Giornale dell'I.T.I.S. "G. Cardano" - Pavia

---

SOS of Sustainability

AUTORI
Elisa Arioli  5BC
Ultima modifica: 11 mesi fa

Tempo di Lettura
~ 2 minuti
Valutazioni: 16
| Media: 4.1

 

Il 5 novembre 2021 i ragazzi della classe 5BC dell’ITIS G.Cardano di Pavia, accompagnati dalla professoressa Neva Pedrazzini e dalla professoressa Giuseppina Maglio, sono andati a visitare alcune aziende nel pavese così da poter svolgere il progetto “SOS of Sustainability”

Questo progetto è stato creato per sensibilizzare le persone, in particolare i ragazzi, riguardo un tema purtroppo a noi molto vicino: infatti, tra qualche anno, la terra non riuscirà più a fornirci le risorse necessarie per poter sopravvivere, poiché consumiamo più di quanto la terra riesca a produrre.

Così si è deciso di imporre alcuni obiettivi come, ad esempio, ridurre fortemente gli sprechi, gestire le risorse in modo ottimale e adottare scelte di vita sostenibili, così da ridurre l’impronta di carbonio in modo rilevante entro il 2050.

A questo proposito è stata stilata una lista di obiettivi che 193 paesi dell’ONU si impegnano a raggiungere entro il 2030: tutti questi obiettivi sono racchiusi nell’agenda 2030 e sono volti a migliorare la qualità di vita delle persone e del pianeta.

Le due aziende pavesi da noi visitate si impegnano a rispettare alcuni punti dell’agenda 2030 e in particolare il riciclo continuo di materiali e di energia.

La prima azienda si chiama “Itelyum” e ha sede a Landriano. Si occupa di raccogliere i solventi esausti, rigenerarli e rimetterli in mercato. Questo fa sì che le aziende chimiche non abbiano bisogno di comprare nuovi reagenti, ma utilizzino solventi rigenerati allo scopo di diminuire lo spreco di materie prime e l’inquinamento dovuto all’errato smaltimento delle sostanze utilizzate.

In questo modo si hanno meno emissioni di carbonio, dovute alla produzione di nuovi solventi, e meno sprechi di energia.

La seconda azienda, il cui nome è “Acqua e Sole”, ha sede a Vellezzo Bellini.

Si occupa della rigenerazione dei terreni ormai non più fertili tramite un processo chimico chiamato “digestione”, il quale permette di formare un digestato in grado di ridonare al terreno gli elementi tolti dalle attività agricole.

Un tale processo permette di ridurre le emissioni gassose e soprattutto rende i terreni inariditi nuovamente coltivabili.

Inoltre l’azienda “Acqua e Sole” è quasi completamente autosufficiente per quanto riguarda l’energia che le occorre per far funzionare i suoi impianti.

Entrambe le aziende adottano un sistema di economia circolare, che è ecosostenibile al contrario dell’economia lineare adottato finora.

A questo proposito, dopo essere andati sul campo per raccogliere materiali video, gli studenti di 5 BC hanno prodotto un video per il progetto. L’obiettivo pensato dagli organizzatori di “SOS of Sustainability” è stato raggiunto: i ragazzi hanno raggiunto una maggiore consapevolezza del mondo che li circonda e riguardo all’importanza del lavoro delle due aziende coinvolte nella ricerca.

 

Elisa Arioli  5BC

Valutazioni: 16 | Media: 4.1

Nessun voto finora, Sii il primo a votare!

Leggi anche...
Guarda il nostro reportage Pavia di novembre è quasi sempre…
Home
Cerca
Articoli
Inserti
Archivi
Chi Siamo